Venerdì, 24 Maggio 2024

La grande danza al San Carlo con il Don Chisciotte di Nureev

Torna in grande stile il balletto al San Carlo, con una bella prova della compagnia diretta da Clotilde Vayer impegnata per tre recite nel «Don Chisciotte» nella versione che cinquant’anni fa portò in scena per la prima volta Rudolf Nureyev.

Un taglio “buffo” quello scelto da Nureyev che lo riallestì per la prima volta in Australia nel 1973 con una nuova coreografia e che al San Carlo è stato ripreso con la consulenza di Charles Jude della Fondation Nureyev, amico fraterno del grande ballerino. Il balletto è l’allestimento della Royal Swedish Opera con orchestra diretta da Martin Yates, scene e costumi di Nadine Baylis e luci di John B Read. Le Kitri di Luisa Ieluzzi e Claudia D’Antonio sono state affiancate dai Basilio di Alessandro Staiano e Danilo Notaro, tutti all’altezza delle aspettative del pubblico sancarliano. Di esecuzione non facile, la rivisitazione del Don Chisciotte ha le coreografie vivaci che richiamano un’opera comica e le difficoltà tecniche della danza classica, con due difficili variazioni che Nureyev volle aggiungere nella parte di Basilio. Con un prologo”recitato” e tre atti, il Don Chisciotte nella versione voluta da Nureyev è un solo un richiamo al protagonista dell’opera del Cervantes, mentre è l’aspetto comico della Commedia dell’arte su cui insistono messinscena e coreografia con al centro la storia d’amore fra Kitri e Basilio. La storia così non è incentrata sui sogni impossibili del cavaliere errante ma su quelli dei due popolani: lei figlia di un oste, promessa in matrimonio dal padre a un ricco quanto sciocco marchese, e lui un barbiere povero ma bello, che riescono a superare gli ostacoli frapposti alla loro unione in un’atmosfera festante e grottesca. Sul palco del San Carlo è la coreografia a trionfare, con incursioni di danze gitane e uno sfavillare di costumi che rende sempre di grande impatto scenico la danza nel Massimo napoletano.

 

Ida Palisi
Author: Ida Palisi
Giornalista professionista, esperta di comunicazione sociale, dirige l’Ufficio Comunicazione Gesco. Collabora con il Corriere del Mezzogiorno per le pagine della Cultura.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER